Evento – Guo Xiaolu al 37 Cinema e Donne – A Firenze l’8 novembre al cinema Odeon.

Guo Xiaolu
Nata in un villaggio della Cina meridionale nel 1973, è scrittrice e regista. È autrice di romanzi, poesie e saggi, in cinese e inglese, tradotti in diverse lingue. Il suo libro più famoso, Piccolo dizionario cinese-inglese per innamorati, ispirato a Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes, è stato pubblicato in Italia nel 2007 (Rizzoli). Nel 2013 è stata inserita nel “Granta’s Best of Young British Novelists” con un estratto di La Cina sono io, pubblicato dalla Random House. Come regista e sceneggiatrice ha realizzato vari documentari e film, tra cui Once Upon a Time Proletarian, presentato al festival di Venezia, e She, a Chinese, vincitore del Pardo d’Oro al festival di Locarno nel
2009. Dal 2002 vive a Londra.

Guo Xiaolu was born in a village in southern China in 1973, she is a writer and filmmaker
Xiaolu Guo. She is the author of novels, poems and essays, in Chinese and English, which
were translated into several languages. Her most famous book, Little Chinese-English
Dictionary for Lovers, inspired by Fragments of an amorous speech of Roland Barthes,
was published in Italy in 2007 (Rizzoli). In 2013 she was included in -Granta’s Best of
Young British Novelists-.

Filmografia
Wangluo shidai de aiqing (1998); Meng huan tian yuan (1999); Far and Near (documentario, 2003); The Concrete Revolution (documentario, 2004); Jin tian de yu zen me yang? (2006); Min xin pian (cortometraggio, 2007);  We Went to Wonderland (documentario, 2008); How Is Your Fish Today? (ep. di Independent Lens TV Series documentary, 2008); An Archeologist’s Sunday (cortometraggio, 2008); Uneternal City (documentario, 2008); She, a Chinese (2009); Women ceng jing de wuchanzhe (documentario, 2009); UFO in Her Eyes (2011); Late at Night: Voices of Ordinary Madness (documentario, 2013).

La regista sarà ospite del festival di Cinema e Donne domenica 8 novembre nel pomeriggio, dalle 16, per la proiezione in sala del film

She a chinese.

Ore 19, incontro in Sala Specchi del Cinema Odeon

Ore 21, Serata Premio Gilda. Sarà premiata con il Gilda Film per
UFO, in her eyes (Cina 2011)

She, a Chinese

Regia e sceneggiatura: Guo Xiaolu , Fotografia: Zillah Bowes , Montaggio: Andrew Bird , Musica: John Parish , Interpreti: Lu Huang, Wei Yi Bo, Geoffrey Hutchings, Chris Ryman , Produzione: Suzanne Alizart.
Cina, 2009, HD col., 103’
Mei è una giovane donna cinese che dal suo piccolo, claustrofobico villaggio di provincia decide di trasferirsi a Chongqing. Giunta in città sperimenta molte cose nuove e impreviste: perde il lavoro in fabbrica, va a lavorare da un parrucchiere e si innamora del gangster Spikey. Però quando lo vede coperto di sangue, la ragazza capisce che è il caso di lasciare la Cina e partire per Londra.

Mei is a young Chinese woman who can not stand the little provincial village where she lives and where she feels trapped. One day ago her bags and heads for the city of Chongqing. Here experience many new things and unexpected: he loses his factory job, goes to work as a hairdresser and falls in love with the gangster Spikey. But when she sees him covered in blood understands that it is appropriate to leave China and go to London.

How Is your Fish Today?

Regia: Guo Xiaolu, Sceneggiatura: Guo Xiaolu, Hui Rao, Fotografia: Sheng Lu, Montaggio: Emiliano Battista, Interpreti: Guo Xiaolu, Ning Hao, Hui Rao, Zijiang Yang, Musica: Matt Scott, Produzione: Jess Search. Cina, 2006, HD col., 83’

Nel sud della Cina, un giovane ha ucciso la donna amata. Inizia da qui una fuga solitaria attraverso la nazione verso il suo ’paese delle meraviglie’, un villaggio innevato sul confine settentrionale. Seduto alla sua scrivania di Pechino, uno sceneggiatore sta scrivendo la storia di quell’uomo. È attraverso i suoi personaggi che esprime quello che per lui è il senso della vita e il significato della libertà. Tra finzione e realtà. Con l’immaginazione riesce ad infrangere il confine che separa questi due mondi. Raggiunge il tranquillo villaggio innevato che si trova al confine tra Cina e Russia. Qui tutto è da sempre immutato. Gli abitanti pescano il pesce tagliando il ghiaccio per raggiungere l’acqua, i bambini a scuola studiano l’inglese sognando l’America. Nelle lunghe notti d’inverno tutti attendono che il sole ritorni. Due uomini contemplano il paesaggio ghiacciato. C’è chi anela di vedere l’altro lato del mondo e chi vorrebbe tornare al paese natale lasciato tanti anni prima.

A young man in southern China has killed the woman he loved. We see it start a solo flight across the country. Seeks to achieve what for him is a wonderland: a snowy village on the northern border of the country. Sitting at his desk in Beijing, a screenwriter is writing the story of this man. It is through his characters express what for him is the meaning of life and the meaning of freedom, of course, between reality and fiction.

UFO in her Eyes

Regia: Xiaolu Guo, Pamela Casey, Sceneggiatura: Guo Xiaolu, Fotografia: Michal Tywoniuk, Montaggio: Nikolai Hartmann, Musiche: Mocky- nterpreti: Ke Shi, Udo Kier, Mandy Zhang, Produzione: Fatih Akin.
Cina, 2011, 35 mm col., 110’
In un pomeriggio molto caldo, in un villaggio cinese, la vita di una donna qualunque cambia di colpo quando crede di aver avvistato un UFO volare in cielo. Il capo del villaggio pensa di poter sfruttare questo evento inatteso per rilanciare l’economia del povero paese promuovendo il turismo, ottenere il sostegno del governo e magari prendere contatto con gli Stati Uniti. Un ritratto collettivo originale ed esauriente, uno sguardo indagatore vagamente ispirato a Le metamorfosi di Kafka e un po’ al Rashomon di Kurosawa. Un film che, raccontando le vite di persone comuni, finisce col parlare dei radicali cambiamenti politici che avvengono nella contemporanea e caotica società
cinese.
In a very hot afternoon, in a Chinese village, the life of an ordinary woman suddenly changes when he believes that he had just seen a UFO flying in the sky. The village leader thinks he can take advantage of this unexpected event to boost the economy of the poor country promoting tourism, getting government support, and maybe make contact with the United States. A collective portrait original and comprehensive, a searching look inspired a bit ’by Kafka’s Metamorphosis and a bit’ of -Rashomon- by Kurosawa. A film that, telling the stories of ordinary people end up talking about the political changes taking place in contemporary Chinese society and chaotic.

banner ad