“I giorni dell’acqua verde” a Volver, il Festival Internazionale di Cinema e Donne 2013

FIRENZE- Non solo film a “Volver”, il Festival Internazionale di Cinema e Donne 2013, che quest’anno apre la “50 Giorni di cinema internazionale a Firenze”, la più lunga rassegna di cinema d’Italia, dal 24 al 15 dicembre, ma anche presentazioni di libri e altri eventi.

Tra i tanti segnaliamo un appuntamento da non perdere: mercoledì 30 ottobre, alle 19, nella Sala degli Specchi del cinema Odeon, in Piazza Strozzi, sarà presentato il libro “I giorni dell’acqua verde”, di Vincenza Fanizza, Cult 2013.

Interverranno il prof. Ugo Di Tullio, che ha firmato la prefazione del libro, l’attore Saverio Tommasi, la cantante Chiara Riondino e Maresa D’Arcangelo e Paola Paoli, direttrici del Festival Internazionale di Cinema e Donne

“I giorni dell’acqua verde” è un’antologia originale che si legge come un romanzo: tanti piccoli fotogrammi per ricostruire un film che parla di noi, del nostro vissuto. Tante e diverse piccole storie per parlare della nostra Storia. Uno sguardo ‘giovane’ per descrivere e raccontare l’amore, i sogni, i viaggi, i miti, gli ideali, il modo di stare insieme e pensare la società, la famiglia, la scuola, i progetti, le paure, il lavoro. Tutto questo e altro ancora, raccontato da chi oggi ha vent’anni e da chi invece vent’anni li ha avuti ieri. Un libro corale, a più voci, una contaminazione di linguaggi per fotografare generazioni diverse e metterle a confronto, un gioco di specchi per osservare e comprendere il presente e ricordare il passato. Una full immersion nell’incanto e nelle fragilità della giovinezza.

Da Lella Costa ad Andrea Pazienza, da Marco Baliani ad Elena Stancanelli, da Silvio Muccino a Lapo Elkann, dal giovane medico allo scrittore famoso, dall’ex sessantottino alla giovane giornalista, dall’editore all’insegnante, dal giovane che fa volontariato alla studentessa universitaria. Tutti raccontano, con sincerità ed immediatezza, la loro giovinezza, l’incanto, l’entusiasmo dei vent’anni ma anche gli inciampi, l’inquietudine e la difficoltà di diventare adulti.

Vincenza Fanizza mescola, con abilità, poesia e realtà, fantasia e vita vissuta, cronaca e storia, letteratura e cinema e ci offre uno spaccato insolito sul nostro mondo.

“I giorni dell’acqua verde”, un piccolo libro d’artista, molto curato, dal titolo poetico ed evocativo, dalla illustrazione molto particolare della copertina, che richiama il film “Baisers volés” di François Truffaut, dalle citazioni d’autore che aprono i diversi capitoli, dalle immagini suggestive di alcune pagine.

Un libro che si legge tutto d’un fiato, diverte, commuove e fa riflettere.
Blog del libro: http://igiornidellacquaverde.blogspot.it/

Vincenza Fanizza è giornalista e vive a Firenze.

Tra le sue precedenti pubblicazioni in volume: i racconti e le poesie nelle antologie

“Quando ero piccolo”, “Terra Natia”, “ Montagne nel cuore” ( Keltia Edizioni).

Ha curato per il Progetto Donna del Comune di Firenze, insieme a Maria Cristina

Landi, il volume “Contrappunti, il libro per leggere, pensare, scrivere,ricordare,

sognare” ( Morgana Edizioni).

Lultimo libro di Vincenza Fanizza è “ Per chi suona la campanella” ( Valore Scuola

Edizioni).