Le stelle inquiete

Le stelle inquiete proiezione speciale


Firenze – “Apriti cinema!” è il nuovo cinema all’aperto di Firenze, nella splendida cornice di Piazza SS Annunziata:  dal 12 luglio fino al 4 agosto saranno proiettati 14 film, dal giovedì al sabato, su uno schermo di sei metri per 3,5 metri posto davanti al Palazzo Budini Gattai. L’ingresso è libero, inizio spettacoli ore 21.30. Novità e bei film introvabili nelle sale proposti da Fondazione Sistema Toscana, e dai Festival Internazionali della 50 giorni.

Per il Festival di Cinema e Donne ha scelto  per voi

Le stelle inquiete di Emanuela Piovano

Premio Gilda film a Emanuela Piovano e Gilda attrice a Lara Guirao.

Sabato 21/7, ore 21.30

Le stelle inquiete

Regia e soggetto: Emanuela Piovano
Sceneggiatura: Emanuela Piovano e Lucilla Schiaffino
Montaggio: Roberto Perpignani
Fotografia: Raoul Torresi
Musica: Marc Perrone
Interpreti: Lara Guirao, Fabrizio Rizzolo, Isabella Tabarini, Marc Perrone, Luigi Liprandi, Danilo Bertazzi, Dil Gabriele Dell`Aiera
Produzione: KitchenFilm.

Italia, 2011, 35 mm, col, 87

Un magico interludio estivo, come un dono segreto, si offre ad una giovane donna di fama in un momento triste della Storia, quando lei accetta con riluttanza l`invito di una coppia di piccoli proprietari terrieri. Ispirato ad un vero episodio della breve vita della carismatica filosofa francese Simone Weil, questa è la magica storia del suo incontro con il suo ospite, Gustave, il filosofo contadino, che più tardi pubblicherà uno dei suoi più famosi manoscritti. Grazie all`incanto di questa terra “di fate” sotto il sole della campagna coltivata a vite, Simone, Gustave e sua moglie Yvette vivono un’intimità unica e preziosa. E così l`attrazione, la complicità, e la gelosia, lasciano posto all`amore e alle risa, e il potere della pura gioia sembra per un attimo fermare il tempo e illuminare il buio.. Simone, prima di partire consegna a Gustave il manoscritto “La pesantezza e la grazia”.

Volevo fare un film semplice, arioso e profumato; un flm luminoso per tempi bui, sul passaggio di una meteora, poiché Simone è stata una meteora che ha attraversato la quotidianità di una coppia ordinaria, trasformandola. Una storia d`amore, in cui l`amore non è attaccamento, ma illuminazione.

Ho scelto di lavorare con una troupe di esordienti eccellenti, tra cui spicca il direttore della fotografia, Raoul Torresi, figlio del grande Alessio Gelsini e suo assistente ininnumerevoli flm. Per il montaggio, abbiamo avuto come compagno di strada un maestro Premio Oscar come Roberto Perpignani, perché potesse “beatificare” un`operazione sperimentale ma non per questo amatoriale.

La stessa cosa è valsa per la sceneggiatura, dove ho avuto accanto un Nastro d`Argento eccellente nel coniugare profondità e leggerezza come Lucilla Schiaffino (Nastro d`Argento per Il più bel giorno della mia vita). L`attrice, Lara Guirao, ha al suo attivo una lunghissima carriera di teatro ed èstata scelta anche per la sua somiglianza con Simone Weil. Le musiche, tutte originali, sono di Marc Perrone, un autore caro al grande regista Bertrand Tavernier.

Emanuela Piovano

 

Laura Guiaro riceve il premio Gilda