Giovedi 11 Novembre

GIOVEDI’ 11

Ore 16.00

Isabel

di Camila Gómez e Soledad Lomba, Argentina, 2010,15’ v.o. spa. sott it e ing

Isabel ha 10 anni e adora l’astronomia, deve, però, fare i conti con quello che succede sulla terra, nella sua famiglia in special modo.

Dalle mani

di Cosetta Raccagni, Italia/Cambogia, 2009, 40’ v.o. sott.it

Osservare le mani significa imparare come vive un paese. In Cambogia le mani hanno significati etici e rituali. I cambogiani non ballano con il corpo, ma con le mani.

La Svolta. Donne contro l’Ilva

di Valentina d’Amico, Italia, 2010, 60’

Le “cattedrali nel deserto” i poli industriali impiantati a sud negli anni ’60, non sorgevano affatto nel deserto, ma nel cuore di grandi e piccole città che ne sono state illuse, conquistate e infine strangolate da inquinamento mortifero, incidenti sul lavoro e disoccupazione. Il caso di Taranto della denuncia delle donne.

Alla presenza della regista Valentina d’Amico

Ore 19.00

Aperitivo indiano con Pratibha Parmar e Selvaggia Velo (River to River)

Ore 21.00

Nina’s Heavenly Delights

di Pratibha Parmar, Gran Bretagna, 2006, 94’ v.o ing sott. it

Dall’autrice di Warrior’s Mark, film durissimo ma di grande bellezza visiva, cult underground e femminista, dedicato al rapporto tra tradizione schiavista e mutilazioni sessuali. A sorpresa, una commedia in stile Bollywood rivisitato e corretto con molto curry ed altre spezie di cucina. Il talento e la fantasia di Pratibha Parmar mixano, nel brumoso skayline di Glascow, la scena gay e quella dei ristoranti indiani, la tradizione dei kilt e quella dei turbanti colorati. Se nasce un amore tra due giovani donne, qui occorre dirselo e dirlo agli altri attraverso molte lingue e culture. Ma non è una missione impossibile.

Alla presenza della regista Pratibha Parmar

banner ad