Chi l’ha visto (2009)

Chi l’ha visto (2009)

Regia e fotografia: Claudia Rorarius 
Sceneggiatura: Claudia Rorarius, Gianni Meurer
Montaggio: Claudia Rorarius, Andreas Menn
Interpreti: Gianni Meurer, Paul Kominek
Produzione: Soquietfilms Production.
Germania, 2009, 35 mm col., 92′
Sottotitoli italiano – inglese
Domenica 7

Chi l’ha visto racconta la storia di un giovane, figlio di un italiano, cresciuto con la madre in Germania. A 25 anni compiuti parte alla ricerca di suo padre. Ma tutte le bugie costriute negli anni intorno alla figura paterna rischiano di non farglielo riconoscere.

Un affascinante, tranquillo road movie in cui magnifiche immagini della campagna del nord Italia fanno da cornice a riflessioni personali e sull’identità nazionale. Ci si domanda come sia possibile al giorno d’oggi nell’era dell’Europa unita che qualcuno scompaia e non si riesca a reperirlo neanche con gli invadenti mezzi della tecnologia, dai media ai telefoni mobili alla rete internet. Allo stesso tempo il film mostra come la sparizione di un familiare condizioni chi rimane a cercarlo.

Finzione e realtà, ruolo cinematografico e dramma biografico si intercciano indissolubilmente in Chi l’ha visto: Gianni Meuer è il nome del protagonista anche nella vita reale. È un popolare attore di musical teatrali in Germania e, proprio come nel film, è solo per metà tedesco e non ha più visto suo padre fin da quando era bambino. Chi l’ha visto prende inizio da questa vicenda reale e ne fa la chiave per intraprendere un viaggio in cui Gianni incontrerà Paul un giovane musicista tedesco con cui trascorrerà un paio di giorni. Chi l’ha visto non è un documentario, ma un film a soggetto con le raffinatezze estetiche del documentario, i dialoghi sono per lo più improvvisati. Grandi le interpretazioni dei due attori protagonisti e toccante lo sguardo della regista, Claudia Rorarius, che d’altronde ha una solida e importante esperianza come fotografa.

Claudia Rorarius

È nata a Berlino. Dopo gli studi di fotografia presso la Lette-Verein di Berlino, ha lavorato con successo come fotografa freelance. I suoi intensi ritratti di celebrità sono stati pubblicati su importanti testate e riviste internazionali. Contemporaneamente la Rorarius ha studiato regia cinematografica presso la rinomata Academy of Media Arts di Colonia dove a realizzato numerosi cortometraggi e documentari premiati in vari festival internazionali e molti videoclip musicali. Chi l’ha visto è il suo primo lungometraggio a soggetto, in cui esordisce anche come produttrice. Il film ha già avuto importanti vetrine internazionali: selezionato al Montreal World Film Festival nel 2009, al Film Festival Max Ophuls nel 2010 e ha partecipato in concorso al 27° Torino Film Festival.

banner ad