Animazione canadese

Straordinaria selezione della famosa animazione canadese scelta per il Festival dalla studiosa e regista Julie Roy.

Sottotitoli italiano

Venerdi 5 novembre 19.00

Passages di Marie-Josée Saint-Pierre, Canada, 2008, 25’

My grandmother ironed the king’s shirt

Avevo scoperto con grande emozione di essere incinta del mio primo bambino e non avrei mai creduto che il parto avrebbe potuto essere un incubo e che noi due, io e il bambino, saremmo arrivati a lambire le frontiere della morte.” Marie-Josée Saint-Pierre

Chez madame Poule di Tali, Canada, 2006, 8’

La povera signora Gallina tiene con difficoltà a bada il suo pulcino. Raffinato ed ironico.

La formation des nuages di Marie-Hélène Turcotte, Canada, 2010, 10’

Poema visivo, in equilibrio tra reale e immaginario, per evocare la nascita del desiderio.

La basse cour di Michèle Cournoyer, Canada, 1992, 5’

In piena notte la forza della passione e il desiderio spingono una donna a uscire e raggiungere il suo amante.

Chez madame poule

Interview di Caroline Leaf e Veronika Soul, Canada, 1979, 13′

Una esperienza cinematica a ruota libera tra due filmmakers che confrontano le loro percezioni delle rispettive tecniche di animazione. Una tessitura visuale di gesti e immagini di eccezionale ricchezza.

Dolorosa di Michèle Cournoyer, Canada, 1988, 4’

Michèle Cournoyer lavora fondamentalmente sul tema della metamorfosi. Nei suoi film i corpi che danzano possono assumere forme stupefacenti, trasformandosi in fiori.

My grandmother ironed the king’s shirt di Torill Kove, Canada, 2000, 10’

Le favole dell’infanzia diventano brillante animazione grazie alla fantasia e all’abilità di una grande cineasta che,contemporaneamente, rende omaggio alla nonna e al suo talento di affabulatrice.

Premiers jours

Premiers jours di Clorinda Warny, Canada, 1980, 9’

Un film di animazione disegnato a pastello. Il ciclo completo della vita, dalla nascita all’età adulta, in quattro stagioni, e attraverso l’evoluzione del paesaggio terrestre che diventa corpo umano.