Scheda film Umanità

UMANITA’

Regia Elvira Giallanella. Sceneggiatura: Elvira Giallanella. Tratto dal racconto Tranquillino dopo la guerra vuol ricreare il mondo, di Vittorio Emanuele Bravetta. Interpreti.: un bambino (Tranquillino), una bambina (Serenetta). Produzione: Liana Film, Roma, 1919.

Nuovo restauro a cura di: Cineteca Nazionale e Associazione Orlando, effettuata presso il laboratorio L’Immagine ritrovata Formato 35mm. Durata: 35’.

Introdotto da una didascalia che lo presenta come un lavoro “umoristico-satirico-educativo”, il film ha per protagonisti due fratellini, Tranquillino e Serenetta. Durante la notte i piccoli si alzano e mentre la bambina va a rubare nel vaso della marmellata, il maschietto si dedica alle sigarette di papà. Il fumo provoca a Tranquillino un sogno angoscioso: il mondo è stato distrutto da una terribile guerra e a lui tocca il compito di rifarlo. Le scene successive mostrano Tranquillino che ripercorre gli errori accumulatisi nella storia dell’umanità: ma anche scavando in profondità e addentrandosi negli strati più remoti della storia dell’umanità non riesce a trovare altro che armi e segni di conflitto… Alla fine i due si rifugiano nella preghiera e trovano conforto tra le braccia di un Dio barbuto.

Tratto da un racconto per ragazzi di Vittorio Emanuele Bravetta, in versi e impreziosito da illustrazioni a colori di Golia, Umanità è l’unica regia di Elvira Giallanella, figura tanto interessante quanto, per il momento, perfettamente misteriosa. Le sole notizie che si hanno di lei riguardano la sua compartecipazione all’interno della Vera Film – Casa di produzione cui si deve la realizzazione di uno dei primi film di ispirazione futurista, Mondo baldoria (1913), sconfessato da Marinetti –  e la sua responsabilità nella creazione della Liana Film, la Casa attraverso cui produce e realizza Umanità. Secondo una nota apparsa su “La Rivista cinematografica” nel marzo 1920, il film avrebbe dovuto essere il primo titolo di “un vasto programma di lavoro, che comprende grandi films di intreccio o di ricostruzione storica e films per bambini, le quali saranno interpretate da bambini”. Ma il progetto di Giallanella sembra essersi interrotto dopo Umanità, film senza paragoni nella produzione coeva, tentativo singolare di una donna di testimoniare e trasmettere attraverso il cinema il proprio impegno contro la guerra.