L’onorevole Angelina

di Luigi Zampa

Italia 1944, 88’

Istant movie di un Dopoguerra ancora senza televisione. Angelina, moglie di un carabiniere e madre di cinque figli non esita a guidare le donne del suo quartiere di periferia romana all’assalto del magazzino di un borsanerista e all’occupazione degli appartamenti di uno speculatore. Si scontra con la legge (e con suo marito) ma quando le chiedono di entrare in politica rifiuta e torna a casa. Zampa tesse una perfetta tela di commedia, leggera ma incisiva e attuale, soprattutto per la tematica irrisolta della partecipazione femminile alla rappresentanza politica. La stampa salutò Anna Magnani regista di se stessa.

banner ad