Noi vivi – Addio Kira

di Goffredo Alessandrini – Film ristampato
Italia, 1942, 174’
Alida_Valli_Noi_vivi-Addio_Kira_01Saga popolare della rivoluzione russa dal punto di vista di una giovane borghese. Kira vive un romantico amore per Leo, un aristocratico ricercato dalla polizia segreta. Arrestata per attività antisovietica, Kira viene rilasciata grazie all’intervento del commissario del popolo Andrej, comunista ma innamorato della ragazza, che gli si concederà solo per aiutare Leo, gravemente ammalato. Kira si scontra con burocrazia e apparati e dovrebbe impersonare gli ideali liberali e tradizionali. In pratica, fa discorsi in pubblico, studia ingegneria e sogna di costruire ponti. Si tratta di un vero e proprio dittico, sceneggiato da un gruppo d’eccellenza: Corrado Alvaro, Orio Vergani e un ancora giovanissimo Anton Giulio Maiano, che sarebbe diventato il più famoso dei nostri registi televisivi.